La figura del Maestro Artigiano è stata istituita dalla Provincia autonoma di Trento nel 2002 (anche se una simile era già stata prevista con la legge provinciale 34 del 1997). Dal 2003, con successive delibere, sono stati individuati le tipologie di mestieri artigiani e i profili professionali per i quali può essere conferito questo titolo. Il Maestro Artigiano, secondo la legge provinciale, nasce quindi per favorire la trasmissione delle conoscenze del mestiere, per non lasciare il sapere tecnico dell'artigiano rimanga chiuso nell'impresa.

Per presentare domanda, oltre ad essere iscritti all'Albo delle Imprese Artigiane in qualità di titolare o socio artigiano d'impresa, è necessario possedere gli specifici requisiti approvati dalla Giunta provinciale (vedi deliberazione della Giunta provinciale 600/2015). Tali requisiti sono ad esempio l'aver maturato una specifica e determinata esperienza imprenditoriale, e possedere alcune conoscenze ed abilità di base.

Inoltre, per poter beneficiare del titolo in oggetto, è indispensabile frequentare dei corsi di formazione di durata variabile a seconda della categoria di appartenenza (circa 300 ore), utili per acquisire specifiche conoscenze ed abilità inerenti gli aspetti più strategici ed evoluti del mestiere. Importante è inoltre la parte di corso relativa alle nozioni sull'insegnamento del mestiere, considerato che il Maestro Artigiano assume un ruolo importante come figura di collegamento fra il mondo del lavoro e quello della formazione professionale.