torna alle news
22.02.2017
Ai Panificatori trentini il riconoscimento di Maestro Artigiano

Dopo un percorso durato due anni attraverso quattrocento ore di lezioni è diventato realtà per dieci panificatori trentini il riconoscimento di Maestro Artigiano. La cerimonia di consegna degli attestati si è svolta il 15 novembre scorso a Rovereto presso la Scuola di Arte Bianca dell'Istituto Alberghiero Trentino. Un momento ufficiale di riconoscimento agli artigiani del settore della lavorazione artigianale del pane per il loro impegnativo e stimolante percorso che li ha portati ad ottenere questo titolo di eccellenza e di capacità di trasmissione del proprio mestiere a futuri allievi, apprendisti e tirocinanti.

Protagonisti della mattinata sono stati i dieci panificatori, ora Maestri Artigiani, che con passione e sacrificio hanno intrapreso il percorso di studio. Sono Fabio e Tiziana Bertoldi di Lavarone, Mauro Canalia di Folgaria, Bruno Dalprà di Trento, Simone Donini di Molveno, Andrea Pulin di Trento, Emanuela Ravelli di Dimaro, Aldo Tecchioli di Vezzano, Paolo Tomasi di Trento e Francesco Vivori di Volano. Vanno ad aggiungersi ad altri trecento artigiani di vari settori che si sono messi in gioco per diventare un ponte ideale tra la formazione professionale ed il mondo dell'impresa, una scommessa carica di potenzialità in termini di sviluppo dell'intero sistema trentino.
L'impresa artigiana è da sempre caratterizzata dal ruolo centrale del fattore lavoro, in particolare quello prestato dall'imprenditore, oltre a quello dei collaboratori. La competitività è quindi sempre più spesso basata sulle capacità innovative dell'imprenditore: tali capacità maturano e si sviluppano più frequentemente nei contesti che offrono maggiori possibilità di incrementare la conoscenza attraverso percorsi formativi complessi, ove, in un ottica di sistema, le abilità del saper fare imprenditoriale e del conoscere più teorico circolano e si integrano nel territorio.
Il percorso che ha portato i dieci artigiani alla qualifica è iniziato nell'estate del 2012 quando la giunta provinciale ha provveduto alla approvazione di un nuovo bando di maestro artigiano per la professione di panificatore. La volontà della Provincia autonoma di Trento è quella di qualificare le attività e consentire la trasmissione di competenze fra diverse generazioni di alcuni mestieri significativi. La figura del maestro artigiano costituisce ormai il fiore all'occhiello di numerose categorie artigiane e soprattutto è un punto di riferimento formativo per affidare a un professionista riconosciuto gli allievi e i giovani che vogliono acquisire capacità pratiche, oltre a rappresentare un connubio fra il mondo dell'impresa e quello della formazione professionale.